E-volution: concept

Ogni quadro racconta una storia.  

Ogni creazione ha un suo perché. 

Ogni cambiamento conduce a una evoluzione.

E ogni Evoluzione parte sempre da una fase di riflessione, in cui il nostro pensiero critico ci spinge a riconsiderare lo status quo e ci guida, in maniera quasi ingannevole e furtiva, verso il cambiamento. 

Una Ri-voluzione, insomma, da cui nasce un’E-voluzione. La nostra Evoluzione. 

Un’Evoluzione spesso totale, intima, una strada a senso unico, dalla quale non si torna indietro. 

Tuttavia, non sempre il cambiamento viene accolto favorevolmente da chi resta ancorato ad una realtà immobile, ad una realtà che è sempre uguale a se stessa, quasi come un fermo immagine dal quale non si riesce a distogliere lo sguardo. 

Per questo, all’inizio, il concetto da cui nasce questo quadro è stato frainteso, male interpretato, non accettato. 

E non volendo arrendermi all’ immobilità che troppo spesso mi circonda, ho deciso di mettere un tratto su questo quadro. L’ho disfatto. Per proteggerlo. Affinché non venisse calpestato e non diventasse, invece, In-voluzione.  

Da ciò ho tratto un insegnamento che mi resterà dentro per sempre e continuerà a segnare le mie creazioni: l’Evoluzione va spinta, sempre e a qualunque costo. 

La Ri-voluzione intimorisce. L’E-voluzione spaventa ancora di più. 

Un’Evoluzione piena, totale, consapevole, sia essa sociale, morale, civile o personale, può avvenire solo dopo aver conosciuto e superato ostacoli quali guerre, pandemie, miserie, disagi interiori, depressioni, dolori.

In questa mia opera, i blu, i rossi, i neri stanno proprio ad indicare i disagi di ciascuno di noi. Ma poiché sono profondamente convinto dell’immensa bellezza della vita, so che c’è sempre una via d’uscita, e quella freccia che va verso l’alto, nel bianco, indica appunto la strada verso l’Evoluzione. 

Un’Evoluzione ispirata da cose semplici, da un desiderio, da un sogno, dal ricordo, da un’amicizia sincera. 

Un’Evoluzione ispirata da un tratto su una tela, dai colori di un quadro, da un affetto profondo, come quello che mi lega a Eleonora, Ida e Daniela, alle quali auguro di continuare a percorrere sempre la strada dell’Evoluzione. 

Un’Evoluzione verso il bianco, verso la rinascita, il nuovo. 

Un’Evoluzione verso una dimensione più ampia, più alta, verso la purezza ritrovata. 

Un’Evoluzione che auguro a ciascuno di voi. 

Una passione antica e profonda, nata fin da bambino, quando spensierato e insolente, ancora tra le gonne di mia madre, attratto dal disegno e dai colori, iniziai a frequentare lo studio di un anziano pittore. Da lui appresi e feci mie, come solo un bambino sa fare, le prime nozioni artistiche. Dopo la formazione scolastica, la mia inclinazione per l’arte diventò sempre più intensa e viscerale. Iniziai, quindi, a frequentare corsi liberi all’accademia di Belle Arti e fu così che iniziò la mia vera e propria attività artistica, con l’allestimento di mostre collettive e personali. Iniziai ad esporre in un numero sempre crescente di città italiane: Latina, Roma, Milano, Scafati, Torre Annunziata, Pompei, Sorrento. Grazie a questo percorso, la mia passione cresceva insieme a me e si trasformava man mano che io diventavo uomo. Al contempo anche la mia esperienza si arricchiva ogni giorno di più, e i consensi iniziavano ad allargarsi a macchia d’olio, lasciandomi spesso incredulo, ma profondamente felice. I successi italiani mi hanno poi spianato la strada che mi ha aperto nuove finestre sul mondo, permettendomi di affacciarmi  all’arte anche in campo internazionale. L’intensa riflessione che ho sempre dedicato alle mie creazioni, unita alla spontaneità tipica della mia espressione artistica, mi ha portato ad abbracciare in maniera sempre più lucida, audace, a tratti insolente, come il bambino che è ancora in me, le idee e i principi che mi sono sempre stati cari e in cui ho sempre creduto. Da qui sono partite delle collaborazioni profondamente stimolanti con artisti in ambito internazionale. Ho iniziato  a partecipare, insieme a loro, a mostre e attività artistiche volte alla difesa di principi e concetti oggi preziosi, quali la tutela dei diritti umani e la difesa dell’integrità e indipendenza dei valori artistici e umani di ciascun individuo.

Ho sposato e appoggio pienamente i valori di associazioni come Aiapi – Associazione internazionale arti plastiche, di cui sono attualmente manager, e di SpazioTempoArte, create sotto gli auspici dell’Unesco e volte a garantire il diritto alla libera espressione artistica e a contribuire alla difesa del patrimonio artistico nazionale.

Per tre volte sono stato membro di giuria alle selezioni della Biennale di Roma.

Qui di seguito, alcune esposizioni e attività di riferimento:

Lecce (Primo Piano Living Gallery), Capri, (Museo Archeologico Cerio), Sorrento (Chiostro di S. Francesco), Teano (Museo Maui), Roma  (Sale del Bramante/Galleria Il Bracolo/Fonderia delle Arti,/Mostra Personale  Hotel Area, Museo Macro, Garage Guruba), Napoli (Galleria Merliani/Chiesa di San Severo al Pendino/Terminal Stazione Marittima/Castel dell’Ovo/Ex Orfanotrofio Filangieri), Bergamo (Museo Cividini), Nizza (Galleria Monteoliveto/Consolato Italiano), Roccamonfina (Museo Maui), Bruxelles (Espace Equilibrus), Cremona (Galleria Provinciale), Latina (Omegagrafica/Mostra personale), Faenza (Palazzo delle Esposizioni), Caserta (Casa Comunale/Reggia di Caserta) Roccamonfina (inaugurazione Museo Magma). Pompei (Museo Gracco) Agropoli (Castello Medievale) Rovereto (Fondazione Campana dei caduti) Siena (Siena Art Institute, fondazione Paul Getty III). Nazzano (Museo del fiume) Benevento (Museo d’arte contemporanea  del Sannio-Arcos). Boscoreale (Istituto Vesevus) Aversa (Galleria Kouros) “Rassegna Itinerari d’arte in Terra di lavoro” iniziata in Ottobre 2014, per la durata di un anno (Riardo, Maddaloni, Capua, San Leucio). Piano di Sorrento (Villa Fondi) Vigevano (Palazzo Merula), Catanzaro (Galleria Mod’à), Cosenza-Altomonte (Museo Civico),Castellammare di Stabia (Museo Diocesano). Rovereto (Fondazione Campana dei Caduti), Matera (Premio Lupo), Sulmona (Galleria Maw), Prato (Galleria Civica).

Link di riferimento:

https://www.facebook.com/alfredo.avagliano

https://www.facebook.com/groups/aiapitalia/

https://www.facebook.com/groups/spaziotempoarte/